Come si diventa influencer: guida completa per costruire la tua presenza online

come si diventa influencer

Influencer, una delle figure più amate e odiate del ventunesimo secolo, con personaggi come Chiara Ferragni che sono tra i più divisivi della scena pubblica moderna. Che li si ami o li si odi, tutti almeno una volta si sono chiesti come si diventa influencer e, spesso, anche cosa significa influencer.

Diciamo che, questo termine, sta assumendo connotati sempre più ampi, con dei confini che non sono più ben definiti e che, spesso, molte persone faticano a identificare: Influencer marketing, influencer vegana, influencer di abbigliamento, influencer su Instagram e così via discorrendo in una serie di declinazioni senza fine.

Certamente la questione semantica del termine andrò a discuterla in questo articolo ma, quello che più mi preme raccontarti (e che sono certo sia di maggior interesse), è come diventare influencer partendo da zero e, in seconda battuta, come diventare influencer e guadagnare online.

Ho stuzzicato la tua curiosità parlando di profitti, vero? Aggiungo che un influencer di alto profilo può arrivare a guadagnare milioni con una pubblicità di pochi minuti o una manciata di post, senza eufemismi! Non resisti più dalla curiosità? Bene! Voglio spiegarti come diventare influencer su Instagram, TikTok, YouTube e ogni altro social network che puoi sognare.

Influencer: significato

Prima di andare alla questione monetaria, una piccola digressione. Il significato della parola influencer va capito, altrimenti come puoi volerti buttare in un campo o in una professione se nemmeno sai cosa faccia veramente la figura in questione?

Ebbene la Treccani identifica l’influencer come una persona dal grande seguito mediatico, sui social media e di grande successo. Insomma, un personaggio di spicco che chiunque (in senso assoluto o in quella data nicchia di mercato) può facilmente riconoscere.

chi è chiara ferragni

Se pensiamo alla Ferragni, tutti o quasi possiamo identificarla da una foto, indipendentemente dal fatto che si sappia effettivamente cosa poi faccia di lavoro o quali siano gli argomenti che tratta. Prendo lei come esempio per la sua popolarità, non per una qualche simpatia/antipatia e vorrei che sia chiaro che farò discorsi puramente tecnici, mettendo da parte emozioni personali.

Dunque, questa persona è una influencer, ma quindi anche Tom Cruise è un influencer? Insomma, tutti possono riconoscerlo da una foto, anche chi non ha visto i suoi film. Beh, la risposta a questa domanda è nì.

Tecnicamente Tom Cruise non è un influencer (a parte forse per la setta di Scientology), ma potrebbe diventarlo in un qualsiasi momento, se lo desiderasse. Questo perché non ho ancora accennato alla seconda parte della definizione di influencer, che entra in gioco adesso.


Influencer marketing: chi è un influencer e cosa fa?

Il solo fatto di essere noti e in vista sui social media o qualunque altro canale, di per sé non comporta necessariamente l’essere influencer. Si diventa tali quando, tramite il proprio comportamento e i messaggi trasmessi attraverso la propria notorietà, si veicola il pubblico verso una determinata scelta, cioè lo si influenza.

Ecco che quindi diventa chiaro chi è un influencer, ovvero la persona che indirizza il pubblico verso un qualcosa, sia esso un bene tangibile o una idea. Infatti non ci sono solo gli influencer alla Ferragni, i quali parlano di moda e consigliano prodotti, ma anche quelli che influenzano idee politiche, ambientali, sociali e molto altro ancora.

cosa fa un infuencer

Quindi immagino tu possa capire perché il sottile tra l’influencer e il non influencer è praticamente inesistente. Qualunque celebrità o persona seguita da un buon numero di follower è a sua volta un influencer.

Così come qualsiasi persona che pubblica contenuti di nicchia su un semplice blog o su un canale YouTube!

  • Se George Clooney domani dicesse che ama il prosciutto cotto e detesta il crudo, molte persone comprerebbero quello cotto perché influenzati consapevolmente o meno dalle sue parole.
  • …Ma allo stesso tempo, se tu oggi decidi di aprire un blog e inizi a pubblicare contenuti utili su un certo argomento — dal fitness alla moda, dalle tecniche di gestione del tempo a quelle per gestire un trasloco — le persone inizieranno a classificarti come esperto/a di quell’argomento e ascolteranno il tuo parere al riguardo, rendendoti a tutti gli effetti un influencer.

Può sembrare ridicolo, ma l’influencer marketing è la base del marketing moderno. Questo fenomeno, è nato solo negli ultimi anni ed è destinato a durare a lungo.

Va sottolineato che l’influencer lavora nell’acquisire e fidelizzare un pubblico nel tempo mostrando le proprie idee in modo tale che, chi si trova in linea con esse, rimane a seguirlo e gli altri migreranno altrove. Per questo gli influencer hanno enorme presa sul pubblico e quindi, un singolo evento pubblicitario di una celebrità, non lo rende influencer. Ma questi sono dettagli che non cambiano il concetto.

Credi sia una cavolata? Allora sappi che, secondo alcuni studi, il 92% del pubblico ripone maggiore fiducia (e ha quindi più probabilità di acquistare o seguire idee) negli influencer piuttosto che nella pubblicità classica.

Quindi sì, se vuoi diventare influencer questa è l’epoca d’oro per farlo e potrai vedere che, in certe nicchie, anche poche migliaia di follower possono rendere davvero tanto.


Come diventare influencer partendo da zero

Dunque gli influencer sono una roba seria (almeno economicamente parlando), il che ti fa venire voglia di provarci e raggiungere la vetta o, per lo meno, una posizione di mercato che ti permetta introiti interessanti, ma come si diventa influencer partendo da zero?

Questa è una domanda che contiene tantissime risposte, ma cercherò di mostrarti quelle che ha più senso mettere in pratica almeno per il 99% delle persone.

Tutti possono diventare influencer! Non esiste alcun limite geografico (se non vivi in Corea del Nord), di conoscenze, di capacità o qualsivoglia altro ostacolo che ti può fermare, devi solo imboccare la strada giusta. Sembra facile, può essere molto difficile.

Inoltre non sevono milioni di follower per iniziare a guadagnare, ne bastano poche migliaia. Infatti esistono i micro influencer, i quali hanno pochi (o relativamente pochi) follower molto fedeli e, nel loro piccolo, sono fondamentali per le strategie di Web marketing e portare grandi vendite all’azienda.

Per questo ci sono qui io. Voglio mostrarti i vari passaggi e bivi ai quali ti troverai davanti, nel modo più semplice possibile. Niente giri di parole strane, niente soluzioni miracolose che poi non servono a un tubo, solo concetti chiari e schematici per arrivare in fondo. Se poi ti servirà ulteriore aiuto, ti lascerò anche qualche altra opzione in fondo.


Come si diventa influencer: trovare la nicchia

Ogni influencer che si rispetti, ha un suo campo di competenza.

A nessuno piacciono i tuttologi (anche perché sono solitamente quelli che sanno meno di tutti), quindi non fare l’uccel di bosco. Se hai una passione, una competenza, una capacità che ti distingue dagli altri, allora questo dovrà essere con ogni probabilità l’argomento da trattare.

Non puoi diventare un influencer di viaggi e parlare delle spiagge di Bali se non ci sei mai stato, non saresti di nessun aiuto e finiresti presto col renderti ridicolo facendo qualche strafalcione sull’argomento.

Per questo devi avere una competenza superiore alla media nell’argomento del quale parlerai, in modo tale che il pubblico meno esperto possa trovare in te una fonte d’istruttiva ispirazione.

Va bene, ma quale nicchia scelgo?

Come si diventa influencer

In verità, quella che ti pare. Non esiste una idea, una categoria di prodotto o una conoscenza che non sia disposta ad accogliere un nuovo influencer. Se non mi credi, prendi come esempio le pompe funebri Taffo. Loro sono diventati un vero fenomeno mediatico scherzando sui funerali e sulla morte.

Indipendentemente dal fatto che piaccia o meno, è per farti capire il concetto. Loro non sono influencer, ma hanno centinaia di migliaia di follower. Il punto è guadagnarsi il seguito che sia coerente con uno stile di vita o una idea, poi l’atto dell’influenzare è una operazione che arriva dopo.


Come si diventa influencer: scegliere le piattaforme giuste

Ora sai di cosa vuoi parlare, ma dove ne parlerai? Ci sono infatti numerose piattaforme per influencer al giorno d’oggi, le quali sono tutte utili a loro modo e a seconda dei casi.

Ma quindi che faccio? Mi butto su tutte? Assolutamente no!

Lanciarsi a caso un po’ ovunque per fare numero, è il primo modo per fallire in brevissimo tempo.

come essere influencer su instagram

Tu non hai tempo, risorse, idee, conoscenze e voglia di fare contenuti per YouTube, Instagram, TikTok, Facebook, LinkedIn, Pinterest, BeReal e chissà quale altro. Certo, non ti conosco e non so quanto sei capace e motivato, ma fidati che è così.

Fare contenuti di qualità per un qualunque canale, richiede un sacco di tempo. Nessuno può farcela da solo e, con ogni probabilità, nemmeno con un team mediamente numeroso.

Provare a fare tutto insieme non farà altro che portarti verso lavori affrettati o semplici copia e incolla, per pubblicare ovunque e vedere cosa funziona. La risposta è che, in un caso simile, probabilmente non funzionerà nulla.

Meglio concentrarsi su una, due o massimo tre piattaforme e puntare all’eccellenza su queste, piuttosto che andare a caso sperando di fare centro. Quali piattaforme?

  • Instagram.
  • YouTube.
  • TikTok.

Queste 3 sono il centro dell’universo social al momento e convogliano la maggior parte del pubblico.

Puoi decidere di puntare su una sola o anche tutte e 3 insieme (alla fine i video brevi sono comuni a tutte), ma difficilmente potrai ometterle. Nel 99% dei casi, questo basta e avanza per essere influencer e, a meno che tu non abbia esigenze particolari, puoi saltare a piè pari tutte le altre.


Come si diventa influencer: creare contenuti

Puoi essere bravo quanto vuoi e aver trovato la piattaforma perfetta per il tuo pubblico, ma se i tuoi contenuti non sono interessanti, adeguati o sufficientemente frequenti non andrai molto lontano. Di base, si diventa influencer seguendo passaggi come questi..

come creare contenuti
  1. Contenuti di alta qualità e unici: Fornisci contenuti che siano autentici, informativi e unici. La qualità delle tue creazioni è fondamentale per attirare e trattenere l’attenzione degli utenti. Sii creativo e cerca di differenziarti dalla massa, proponendo contenuti che nessun altro sta offrendo nel tuo settore.
  2. Consistenza nella pubblicazione: Mantieni una frequenza regolare nella pubblicazione dei tuoi contenuti. Ciò mantiene il tuo profilo attivo e coinvolge costantemente i tuoi follower. Crea un calendario editoriale per pianificare le tue pubblicazioni in modo da mantenere una presenza costante e coerente.
  3. Utilizzo efficace degli hashtag: Gli hashtag possono aumentare la visibilità dei tuoi contenuti. Utilizza hashtag pertinenti al tuo settore o alla tematica del tuo post per raggiungere un pubblico più ampio. Fai ricerche per identificare gli hashtag più popolari e pertinenti nel tuo campo.
  4. Coinvolgimento con il pubblico: Rispondi ai commenti, fai sondaggi, chiedi feedback e coinvolgi attivamente il tuo pubblico. Il coinvolgimento è cruciale per costruire una community fedele e per aumentare la visibilità dei tuoi contenuti. Partecipa alle conversazioni e crea un legame autentico con i tuoi follower.

Poche semplici regole, ma che fanno tutta la differenza del mondo sul lungo periodo, quindi cerca di farli tuoi fin da subito.


Trova i prodotti

Arrivato al punto in cui avrai almeno qualche migliaio di follower (dipende dalla nicchia quanto è un minimo sufficiente), sarà poi tempo di dedicarsi alla parte cruciale dell’essere influencer, ovvero l’influenza vera e propria.

Questo lo puoi fare tramite l’affiliate marketing con siti terzi che hanno programmi affiliati, trovando direttamente dei brand che vogliano servirsi della tua figura per fare pubblicità, oppure vendendo una tua linea di prodotti o servizi che puoi aver creato.

cos'è un influencer

La prima opzione, ovvero quella di usare programmi di affiliazione generici e aperti a tutti come quello di Amazon, ti permette di fare subito a guadagnare anche se hai un numero davvero basso di follower. Potenzialmente, anche una decina di persone che ti seguono e comprano quello che suggerisci loro può farti ottenere qualche spicciolo.

Questo programma va benissimo anche quando si hanno milioni di seguaci ovviamente, ma ci sono soluzioni di più alto livello alle quali potresti voler ricorrere.

La prima è quella di trovare un partner affiliato che decida di lavorare solo (o anche) con te, fornire degli sconti unici ai tuoi seguaci e delle percentuali negoziate tra di voi per le vendite. Questo solitamente (ma non sempre), ha maggiori potenzialità di quello generico aperto a tutti.

Infine, se avrai modo di farlo nella tua nicchia o se sarai in grado di escogitare un prodotto con le tue mani, potrai passare alla vendita diretta. Chi ti segue e si fida di tè sarà più propenso a comprare ciò che hai realizzato appositamente per i desideri della tua community, quindi avrai automaticamente un bacino di clienti davvero ampio.


Stai al passo e non puntare sui soldi facili

In ultimo arriva il punto che fa da contorno perfetto a un buon influencer, ovvero la sua capacità di essere sempre sul pezzo e di rimanere corretto con la sua community.

Partendo dal primo punto, come avrai facilmente notato l’Internet è un mondo che vive di veloci mode che tutti colgono al balzo. Se succede un evento importante, ci sono i post su tutte le bacheche. In caso qualche personaggio di spicco fa qualcosa di strano, si fanno meme a destra e sinistra. Se muore qualcuno famoso, tutti sono pronti a lanciarsi in condoglianze più o meno sentite.

come diventare influencer

Tutto dura pochi giorni, quindi devi essere lì pronto a postare anche tu su un dato evento importante che ritieni giusto per la tua pagina. Non dev’essere la saga del banale, assolutamente. Solo pochi selezionati eventi ha senso includere nella programmazione, evitando cose di cattivo gusto, non pertinenti, fuori tempo massimo (non parlare della moda del mese scorso) o cose simili. Saper distinguere cosa postare e cosa no in questi casi, è frutto di grande attenzione ai dettagli.

Infine la capacità di mantenersi corretti col proprio pubblico, non finendo col pubblicizzare robaccia solo per dei facili guadagni. Questo sembra facile ma, quando magari sarai agli inizi e non avrai ancora visto un soldo, cedere alla prima sponsorizzazione pagata (magari anche bene) per dare visibilità a un prodotto dalla dubbia (per non dire nessuna) qualità, non è cosa facile.

Ricorda sempre che, così come quasi ogni cosa nella vita, facendo le cose bene (anche se lentamente) si otterranno migliori risultati sul lungo periodo che facendo tutto in modo affrettato solo per un guadagno veloce.


Come si diventa influencer fuori dai social

Fino a ora ti ho parlato dell’influencer che tutti sono abituati a conoscere, ovvero quello che sui social media ti propone video e foto della sua vita e ti spiega quali prodotti sono in linea con quello stile e quelle aspettative che i suoi seguaci hanno, ma c’è molto di più.

Vorrei stiracchiare un po’ il termine classico di influencer parlando di altri modi per influenzare il pubblico, ovvero quello di consigliare prodotti tramite un blog. Ma come, si diventa influencer con un blog? In realtà non tutti gli influencer infatti devono mostrare la loro faccia o fare peripezie davanti una videocamera, ma ci sono anche quelli che lo fanno da dietro le quinte di un blog.

come aprire un blog

Sicuramente ti sarà capitato di andare su Internet alla ricerca di consigli per gli acuisti, magari cercando i migliori regali di natale da fare per un bambino di 5 anni, oppure per capire quale sia il miglior smartphone per fare belle foto.

Nel tuo girovagare, ti sarai quindi imbattuto in diversi siti che trattano il tema, i quali sono generalmente esperti nel loro settore e danno consigli di ogni tipo per questa o quella tematica.

Ebbene mio caro lettore, costoro sono influencer, sebbene non il tipo che sei abituato a comprendere come tale.

Partendo dal presupposto che, qualunque cosa che non sia distinguibile nominabile come un fatto (il telefono X ha la camera da 50 megapixel per esempio), di per sé è una opinione, allora capisci come tale opinione sia plasmabile verso il voler influenzare un lettore.

come guadagnano gli influencer

Ipotizziamo dunque la frase “il telefono X ha una fotocamera da 50 megapixel che fa foto con colori bellissimi”. Come noterai, l’affermazione “colori bellissimi” è soggettiva, opinabile, ma probabilmente vera. In qualunque caso, questa avrà influenzato il lettore dandogli una base per pensare che effettivamente quel telefono faccia foto con colori bellissimi.

Non voglio dire che sia giusto o sbagliato, è semplicemente la vita.

Si esprimono opinioni su tutto e, nei blog, gli scrittori dicono semplicemente le loro, con i lettori che sono alla ricerca proprio di questo genere di informazioni.


Come si diventa influencer con un blog

Capito come si diventa influencer senza mostrare la faccia, se il mondo dei social media non fosse il tuo pane quotidiano, allora potresti decidere di aprire un blog.

Questo deve rispecchiare i medesimi canoni che abbiamo già visto prima, ovvero avere una nicchia definita, contenuti di qualità, trovare partner commerciali e stare al passo evitando scorciatoie, il che lo rende un discorso parallelo.

Vuoi diventare influencer con un blog? Allora il primo passo da fare è quello di aprire il tuo blog, trovando il giusto host che ti permetta di sviluppare un qualcosa di bello, funzionale, facile da mantenere e non eccessivamente costoso.

come aprire un sito internet

Una opzione come Siteground, ti permette di realizzare un sito installando WordPress e avendo un prodotto di qualità top per una decina di euro al mese, ben poca cosa in confronto ai potenziali profitti.

Una volta messo in piedi il sito, non ti resta che scrivere.

Sì, ma cosa? Questo dipende dalla tua nicchia e da cosa la gente cerca su Internet, quindi non posso darti indicazioni precise in merito.

Quello che però è una regola aurea, sta nel fatto di dover risolvere problemi, quesiti ed esigenze comuni alla gente comune, la stessa che andrà su Google per cercare soluzione alla cosa e, navigando, dovrà poi cliccare sul tuo articolo.

Facciamo un esempio.

Sei un grande viaggiatore e vuoi risolvere dubbi e curiosità di altri giramondo come te? Allora è probabile che costoro cerchino articoli che parlino dei migliori zaini o scarpe da viaggio.

Tu, dalla tua parte, sai perfettamente che lo zaino X e le scarpe Y sono perfette per girare il mondo, quindi perché non farci un bell’articolo in merito?

come guadagna un blog

Lo scrivi, ci metti i tuoi link affiliati per l’acquisto, quando qualcuno visita vede i prodotti e li compra per le sue avventure tramite quel link.

Lui ha uno zaino o delle scarpe top, tu hai preso una commissione sulle vendite (ammesso che non fossero prodotti tuoi) e la piattaforma affiliata ha realizzato una vendita. Tutti hanno guadagnato qualcosa.

Ecco come si diventa influencer!

Sì, ma chi vorrebbe affiliarsi con me? A tal proposito, ho scritto una guida ai 33 migliori programmi di affiliazione disponibili in circolazione che t’invito a leggere.

Da qui in avanti non ti resta che consultare la mia guida dettagliata su come aprire un blog di successo, dove troverai tutti i dettagli sul blogging che stai cercando.

Ma non finisce qui.

Nel mio Start Kit, il corso completamente gratuito al business digitale, troverai tutte le spiegazioni su come trovare una nicchia, scegliere i prodotti, posizionarsi sul Web e ogni altro consiglio utile per iniziare. Questo è il tuo primo passo verso il mondo del business online, il quale ti darà grandi soddisfazioni!

Influenza il mercato col tuo Blog!

Accedi allo Start Kit, il corso gratuito passo a passo per iniziare a guadagnare online SERIAMENTE in 3 giorni.

  • Ti spiegherò come scegliere una nicchia
  • Ti mostrerò come iniziare a fare affiliate marketing
  • Imparerai come si guadagna online

Quanto guadagna un influencer

Infine voglio parlarti di un tema che, sono sicuro, ti può interessare davvero molto. Tutti parlano di queste figure del Web ma, a conti fatti, quanto viene pagato un influencer?

Ebbene qui non c’è una cifra assoluta, dipende tutto dai contratti commerciali che riesce a strappare, ma ci sono degli scaglioni che possiamo individuare per definire un po’ la categoria e i possibili ingressi.

quanto guadagna un influencer

Prendili con le pinze e in linea generale ovviamente, poiché sono solo una media che non rappresenta il singolo influencer.

Prima di scendere in dettaglio però ci tengo a sottolineare che, secondo dati statistici, più è piccolo l’influencer maggiore è il tasso di conversione dei prodotti che propongono. Questo per farti capire che, magari potrai avere pochi seguitori, ma se vendi tanto compensa.

Inoltre ricorda che un post è diverso da una storia che è diverso da un video su YouTube (in caso ci sia anche questo), quindi parlerò solo dei contenuti sui social come post e storie per evitare di perderci.

In ultimo, un blogger di viaggi guadagna cifre molto diverse da un blogger di finanza (tanto per fare degli esempi), quindi è difficile generalizzare troppo.


Nano influencer

Il nano influencer è quello che a stento si può categorizzare con questo nome, poiché ha pochissimi follower e non risulta molto incisivo nel mercato.

Parliamo di un massimo di qualche migliaio di follower, massimo 10.000 (che viene già considerato nella categoria successiva).

quanti soldi fa un influencer

Questi influencer difficilmente guadagneranno qualcosa per i singoli post, ma è probabile che possano ottenere link affiliati da mettere nei loro contenuti per commissioni più generose di quelle dei classici siti.

Insomma, i guadagni in questa fase sono bassi, ma ci sono.


Micro influencer

Il micro influencer è quello che si caratterizzato da un numero di seguaci che va fino a circa 100.000 follower, con un bacino che è già piuttosto ampio.

Qui le sponsorizzazioni iniziano a pesare, con post e video che possono andare dalle decine alle centinaia di euro.

Questo genere di influencer è quello che più rischia di cadere nella trappola dei guadagni facili, in quanto arrivano le prime grosse sponsorizzazioni che, talvolta, possono mettere a repentaglio la reputazione.


Macro influencer

Il macro influencer è quello che ha veramente superato la fase iniziale, raggiungendo quantità di seguitori che possono spingersi anche a un milione.

i soldi degli influencer

I post di questa figura sono preziosi e sono pagati migliaia di euro, con tutta una serie di partnership anche molto più lucrative che si possono stringere (si pensi ad apparizioni a eventi o cose simili).

Questo genere di influencer è molto grande, ma resta comunque una figura prettamente commerciale a differenza di quello che arriva dopo di lui.


Mega influencer

I mega influencer in cima alla classifica, con più di 1 milione di follower e senza veri limiti di denaro e possibilità per questo influencer.

A questo punto si è una vera e propria celebrità, con tutti i vantaggi e gli svantaggi che si accompagnano alla cosa.

I soldi sono tanti, si parla di migliaia di euro per post, milioni per campagne più importanti o apparizioni pubbliche.

Il macro influencer può arrivare a spostare il pensiero di nazioni intere, anche in questioni politiche, quindi inquadrarlo risulta praticamente impossibile.

Cosa bisogna studiare per diventare influencer

Infine voglio lasciarti con una buona notizia, ovvero rispondere alla domanda su cosa occorre studiare per essere influencer. Ebbene sarai felice di sapere che non serve una laurea o delle conoscenze particolari (oltre al sapere come funziona il mondo dell’affiliate marketing), quindi puoi iniziare indipendentemente da chi sei o cosa sai fare. Se però vuoi darti maggiori possibilità di successo, allora il mio Start Kit è quello che cerchi.

Influenza il mercato col tuo Blog!

Accedi allo Start Kit, il corso gratuito passo a passo per iniziare a guadagnare online SERIAMENTE in 3 giorni.

  • Ti spiegherò come scegliere una nicchia
  • Ti mostrerò come iniziare a fare affiliate marketing
  • Imparerai come si guadagna online

Ti interesserà anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crea qualcosa di tuo, vivi diversamente, vivi come vuoi

Ti basta VENDERE la SOLUZIONE a un problema!