Come Guadagnare con l’Affiliazione Amazon in 30 minuti [Aggiornamento 2021]

affiliazione amazon
1K Condivisioni

Se hai già sentito parlare del programma di affiliazione Amazon — e vorresti provare anche tu a guadagnare online utilizzando questo sistema — ma hai ancora qualche dubbio su come funziona il programma e sui guadagni che puoi ottenere… allora la tua giornata sta per cambiare radicalmente.

Dopo aver letto questo articolo, ti troverai nella condizione di iniziare a guadagnare con Amazon dopo soli 30 minuti di lavoro!

Non si tratta di una specie di desiderio irrealizzabile, i dati parlano chiaro:

  • Il 15% degli introiti dell’intera industria dei media deriva dall’affiliate marketing
  • Già nel 2008, gli affiliati del programma di affiliazione Amazon erano circa 2 milioni
  • Nel 2015 i guadagni generati dagli affiliati Amazon superavano i 10 miliardi di dollari
  • Nel 2021 i numeri sono più che triplicati, e il trend è ancora in crescita
  • Amazon è un azienda che si è dimostrata estremamente solida anche nei periodi di crisi (vedi coronavirus) e molte stime prevedono che nel 2025 si supereranno i 30 miliardi di dollari
trend guadagni Amazon

Insomma, non siamo  io e te a sognare ad occhi aperti: il trend del guadagno tramite programmi di affiliazione è reale, in crescita, pronto ad accogliere nuovi affiliati con la voglia di PROVARCI.

In questo articolo imparerai:

  1. Cos’è il programma di affiliazione Amazon e come funziona
  2. Le 5 ragioni per cui l’affiliazione Amazon è perfetta per iniziare a lavorare da casa
  3. Il processo per fare soldi con Amazon, dalla A alla Z
  4. Alcuni strumenti pratici, tra cui 2 modelli di articolo per sfruttare al massimo le caratteristiche di Amazon

NOTA: se vuoi una panoramica più ampia sul funzionamento dei programmi di affiliazione, dai un’occhiata anche al mio articolo sull’affiliate marketing.

Affiliazione Amazon: bastano 30 minuti per iniziare a guadagnare

L’affiliazione Amazon funziona esattamente come tutti gli altri programmi di affiliazione: hai la possibilità di guadagnare una commissione promuovendo prodotti non tuoi (quindi senza bisogno di avere qualcosa da vendere su Amazon).


In pratica Amazon offre un compenso alle persone che portano altre persone ad acquistare i prodotti presenti sul sito.

programma di affiliazione amazon

Quindi…

Come funziona il programma di affiliazione Amazon?

  1. Iscriviti al programma di affiliazione: L’iscrizione gratuita può essere effettuata dal loro sito (tra poco i dettagli)
  2. Seleziona il prodotto da promuovere: Dopo esserti registrato ogni prodotto avrà un link “unico” associato
  3. Crea il tuo link personalizzato: Dopo esserti registrato, potrai creare un link personale
  4. Inserisci i link nei tuoi articoli: Puoi inserirli sia come testo che come immagine

Se un visitatore fa click sul tuo link, Amazon lo capirà:i link generati sono unici, e quindi Amazon capisce che hai generato tu la visita…

E se il visitatore acquista qualcosa dopo essere passato dal tuo link, tu guadagni una percentuale sulla vendita.

Semplice no?

In pratica ti fai la lista dei prodotti da promuovere, ottieni i link e inserisci i link nei tuoi articoli. La parta “tecnica” è tutta qui!

Ma so benissimo che hai tutta una serie di dubbi, quindi prima di passare alle informazioni più succose (quelle sulla strategia) ecco le risposte alle domande più frequenti:

Come si creano i link di affiliazione Amazon?

Una volta iscritto al programma di affiliazione avrai la possibilità di generare dei link personalizzati che conterranno il tuo codice unico di affiliazione. Questo permetterà ad Amazon di capire che la vendita è avvenuta grazie a te

link di affiliazione Amazon

Affiliazione Amazon senza sito… è possibile?

NO. Senza un sito o un blog non saresti riconosciuto come esperto autorevole (perché ascoltare te?) e non saresti in grado di generare il traffico necessario.

Ma c’è un ottima notizia: creare un blog è diventato molto semplice e alla portata di tutti, ne parlo in modo più approfondito a questo link: come creare un blog.

Perché le persone dovrebbero acquistare quello che consiglio?

Questa risposta si collega alla precedente. Le persone acquisteranno quello che consigli perché grazie al blog riuscirai ad essere credibile. Quando parli di un certo argomento online, automaticamente vieni percepito come “esperto”. Le persone seguiranno i tuoi consigli.

Esempio: se hai un intero blog che parla esclusivamente di cani, è naturale che un tuo consiglio sul cibo per cani influenzerà le scelte di acquisto dei tuoi visitatori. Suoi social funziona solo se hai uno sproposito di follower.

Affiliazione Amazon senza partita iva… è possibile?

Si, ad Amazon non interessa. La partita iva deve essere aperta per pagare le tasse sui guadagni quando diventano durevoli. I primi guadagni sono classificati come “occasionali” (se domani guadagni 500€ non è che devi aprire la partita iva).

Inizia a creare il tuo progetto e a guadagnare. Quando guadagnerai cifre consistenti per più mesi consecutivi allora avrà senso aprire la partita iva.

Non te lo dico solo per esperienza diretta (ho fatto i primi soldi con niente, poi ho avuto partita iva ai minimi, partita iva normale, società S.A.S, società S.r.l) ma anche perché frequento molti altri imprenditori digitali che ti direbbero la stessa identica cosa.

Quanto si guadagna con le affiliazioni Amazon?

Dipende molto dal numero di visite che riesci a generare e dalla qualità dei tuoi contenuti. In questo articolo troverai delle indicazioni che ti permetteranno di raggiungere cifre a 3 zeri.

Ad ogni modo, Amazon paga regolarmente ogni mese (tramite bonifico bancario).

Riguardo al discorso sulla partita IVA, se proprio te la fai sotto ricorda che Amazon ti permette anche di scegliere di ricevere i tuoi pagamenti sotto forma di buoni spendibili su Amazon.

(Si, ora non hai più scuse per non INIZIARE).

Amazon affiliazione: soli 30 minuti?

Se non sei già un blogger esperto — per chiarire definitivamente il funzionamento delle affiliazioni — ti consiglio di guardare i video “bonus” della terza fase del mio Start Kit. Imparerai mettere in piedi tutto il meccanismo in soli 30 minuti!

NOTA: Lo Start Kit è una video guida che offro GRATIS ai miei lettori.

Imparerai a:

# Creare un blog professionale (dominio, hosting ecc.)
# Personalizzare la grafica
# Guadagnare (affiliazioni e vendita di eBook, videocorsi ecc.)

Non perdertelo! ==> DOWNLOAD

5 ragioni per cui l’affiliazione Amazon è perfetta per iniziare a guadagnare online

Le affiliazioni Amazon sono uno dei migliori sistemi per iniziare da zero a lavorare da casa.

Eccoti 5 ottime ragioni:

#1 Amazon ha prodotti per quasi ogni nicchia di mercato

Se conosci il sito di Amazon sai bene di cosa sto parlando. Anche se il colosso ha iniziato con i soli libri, oggi vende praticamente tutto quello che è sensato spedire, dall’abbigliamento, all’elettronica agli alimentari.

Indipendentemente dalla nicchia di mercato che hai selezionato, troverai qualcosa da promuovere.

#2 Hai a disposizione tutti gli strumenti di cui hai bisogno (gratuitamente)

Con un semplice click potrai generare link a qualsiasi pagina di Amazon (sia link di testo che immagini cliccabile). Inoltre avrai a disposizione tutta una serie di banner contenenti il tuo link di affiliazione e utilizzabili con un copia-incolla!

#3 Non ci sono limiti sulle commissioni Amazon

Le commissioni pubblicitarie (ovvero i soldi che ti porti a casa) variano tra l’1 e il 10% a seconda della categoria di prodotto. Non sono alte, ok, ma i tuoi guadagni dipendono dal prezzo del prodotto, e possono essere davvero buoni…

Vediamo un esempio.

Sull’abbigliamento la commissione è del 10%, quindi tu guadagni il 10% per ogni oggetto che viene acquistando da Amazon passando dal tuo link di affiliazione.

limiti commissioni amazon
10%… dunque… 190€, 49€, 53€, 49,5€… Non farebbe schifo venderne 2-3 al giorno vero?

Credi che siano troppo costosi per essere acquistati? SBAGLIATO!

Se esistono negozi di lusso o comunque catene a prezzi alti come la Rinascente, significa che c’è un sacco di gente che spende molti soldi in abbigliamento. Questi prezzi NON sono alti per quelle persone, e a te basterebbe raggiungerle con i tuoi contenuti (standotene a casa davanti alla tua scrivania).

Nota che 10 vendite da 5€ ti fanno guadagnare quanto una da 50€, non è necessario buttarsi su prodotti costosi. Tuttavia se riesci a trovare prodotti costosi per nicchie specifiche, sono decisamente preferibili.

5# Amazon è un Brand conosciuto e affidabile: puoi trarne vantaggio

Le abitudini di acquisto delle persone sono cambiate, specialmente dopo la quarantena. Una colta l’e-commerce faceva paura — “Non metto la carta di credito su internet o mi rubano i soldi!” — ma oggi è diventato largamente utilizzato, specialmente su Amazon, un sito che conoscono tutti quelli che possiedono uno smartphone.

Se qualcuno vuole acquistare online, in quanto a fiducia Amazon è sempre il primo della lista. Il vantaggio non è banale: non avrai bisogno di parlare di sicurezza, carte di credito e cose di questo tipo… a te basterà portarli su Amazon, poi loro sapranno esattamente cosa fare.

6# Le persone acquistano più di un oggetto alla volta

Perché è importante? Devi sapere che quando qualcuno deciderà di acquistare qualcosa su Amazon, spesso non si accontenta del solo oggetto che hai suggerito con il tuo articolo, ma ne acquista anche altri.

Alcuni lo fanno per togliersi il pensiero (“Già che ci siamo…”), alcuni ricordano di aver bisogno di qualcosa… alcuni vengono persuasi dai meccnismi meccanismo di up-sell e cross-sell di Amazon.

Cosa sono questi meccanismi? Guarda questa immagine:

affiliazione Amazon - Acquistare

Amazon ci mostra i prodotti correlati a quelli a cui siamo interessati.

In più sfrutta il meccanismo psicologico della “riprova sociale”, ossia quel meccanismo che ci rende più propensi a fare qualcosa perché lo hanno fatto altre persone (se anche altri hanno acquistato anche altri prodotti siamo inconsciamente spinti a farlo anche noi).

Questo per farti capire che Amazon è un macchina da guerra per fare in modo che le persone una volta entrate acquistino più prodotti possibili.

…Ma perché la cosa dovrebbe interessarti così tanto?

Perché quando qualcuno entra su Amazon dal tuo link di affiliazione, ti garantisce una commissione su TUTTO quello che compra, non solo l’oggetto che hai suggerito tu.

Se chi passa dal tuo link acquista 10 prodotti tu percepisci 10 commissioni diverse!

Inizia a diventare interessante vero?

Bene, è tempo di passare all’azione.

Come fare soldi con l’affiliazione Amazon: tutto quello che devi fare (in 9 step)

come fare soldi con l'affiliazione Amazon

Ok, come promesso eccoti una checklist dell’intero processo che ti porterà a guadagnare con il tuo blog semplicemente consigliando/promuovendo i prodotti in vendita su Amazon:

  1. Crea il tuo blog
  2. Iscriviti al programma di affiliazione Amazon
  3. Lavora sul tuo brand
  4. Promuovi prodotti coerenti con la tua nicchia
  5. Crea i tuoi contenuti pensando alle intenzioni dei lettori
  6. Promuovi prodotti che vendono bene
  7. Promuovi categorie di prodotto e ricerche personalizzate
  8. Promuovi le promozioni speciali
  9. Promuovi i prodotti correlati
  10. Inserisci i link di affiliazione Amazon più volte

Qui di seguito ti parlerò dei vari step in modo un po’ più approfondito…

1 – Crea il tuo blog

Bè… direi che questo passaggio è fondamentale! Non mi dilungo nella spiegazione perché ho creato un articolo dedicato che ha aiutato già più di 1000 persone ad aprire un blog profittevole.

Eccolo qui:

come creare un blog - diventare blogger

GUIDA: Come creare un blog profittevole

La guida DEFINITIVA alla creazione di un blog che genera profitto, dalla parte strategica alla creazione pratica (+ 4 segreti che non ti aspetti)

2 – Iscriviti al programma di affiliazione Amazon

Per iscriverti è semplicissimo, basta andare SU QUESTA PAGINA e seguire il procedimento guidato.

NOTA: per avere la certezza di essere accettato nel programma, devi aver già creato un blog e preferibilmente pubblicato almeno un paio di articoli (altrimenti potrebbero pensare che non ci stai lavorando seriamente e non gli porterai risultati)

3 – Lavora sul tuo brand

Come ti ho già spiegato, il semplice fatto che tu possegga un blog personale riesce (incredibilmente) a qualificati come un esperto in un determinato settore, e quindi a darti la credibilità che ti serve per convincere i tuoi lettori ad acquistare quello che suggerisci.

Tuttavia, se riesci a lavorare bene sul tuo brand e cerchi veramente di aiutare i tuoi lettori, in poco tempo otterrai dei seguaci appassionati, molto più propensi ad essere influenzati dai tuoi giudizi (ai quali potrai anche proporre dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi).

4 – Promuovi prodotti coerenti con la tua nicchia

All’interno del tuo blog devi proporre prodotti in affiliazione coerenti con l’argomento che tratti.

Logico no? Se parli di Yoga, ha poco senso promuovere gli alberi di Natale (si, anche a Dicembre).

Questo ti aiuterà anche ad ottenere più guadagni, perché offrirai alle persone che ti visitano qualcosa di cui hanno davvero bisogno in quel momento.

Altro vantaggio: sapendo che sul tuo blog possono trovare suggerimenti mirati sull’argomento di loro interesse, quando avranno bisogno di delucidazioni sull’acquisto di un certo prodotto torneranno da te per conoscere la tua opinione.

5 – Crea i tuoi contenuti pensando alle intenzioni dei lettori

Quello che sto per darti è un suggerimento simile al precedente, ma più specifico.

Se sei alle prime armi potresti commettere un errore: promuovere prodotti “semplicemente” correlati alla nicchia.

Lo strumento più importante che hai a disposizione è il tuo cervello: usalo per comprendere le reali intenzioni del “visitatore tipo” di un certo contenuto e offrirgli quello che sta REALMENTE cercando.

Eccoti un esempio per chiarire meglio il concetto:

Immagina di cercare la ricetta per un frullato proteico. Ipotizza di arrivare sull’articolo di un blog in cui si parla di frullati proteici. Questo articolo promuove dei frullatori in vendita su Amazon.

Secondo te, è possibile che qualche visitatore acquisterà i frullatori?

Si, è possibile, le cose sono correlate e quindi è sensato, come sarebbe coerente e sensato promuovere delle proteine in polvere.

Tuttavia nota che il visitatore sta cercando una ricetta, non un frullatore! A livello teorico avrebbe più senso inserire il link di affiliazione a un libro sulle ricette proteiche.

I frullatori sarebbero perfetti per un articolo che fa ad esempio la classifica dei migliori 5 frullatori.

Quindi in questo caso basterebbe creare 2 articoli collegati tra loro da una frase del tipo: “Se ancora non possiedi un frullatore per preparare la ricetta, qui trovi la classifica di quelli con il miglior rapporto qualità prezzo”.

Gli interessati anche i frullatori lo visiterebbero, ma al tempo stesso non perderesti possibili profitti dagli interessati alle sole ricette.

Ripeto: il cervello in questo caso è la tua arma più potente! Non guardare quello che fanno gli altri, ma cerca di comprendere la tua nicchia e i loro desideri.

Hai capito la differenza? Se non hai capito rileggi, è molto importante per ottimizzare i tuoi guadagni.

6 – Promuovi prodotti di qualità (e che vendono bene)

Se un prodotto vende bene su Amazon, avrai più probabilità che venga acquistato dai tuoi visitatori.

Per trovare i prodotti più venditi ti basta cercare tra i bestseller di Amazon:

  • Sono testati: se hanno avuto buone performance di vendita, probabilmente le avranno anche in futuro (perlomeno fino a quando diventeranno obsoleti)
  • Che ci piaccia o meno, le nostre decisioni di acquisto sono influenzate dall’opinione delle altre persone. Se un prodotto è tra i più venduti è come se fosse automaticamente consigliato dalle altre persone (solitamente un bestseller ha anche ottime recensioni e ottime valutazioni).

7 – Promuovi categorie di prodotto e ricerche personalizzate

Devi sapere che con Amazon non hai l’obbligo di inserire dei link di affiliazione che puntano ad un singolo prodotto.

Hai anche la possibilità di creare link di affiliazione a QUALSIASI pagina su Amazon, e questo comprende pagine con più prodotti (ad esempio un’intera categoria o una ricerca personalizzata).

Questa caratteristica ti permette di fare cose molto interessanti, come ad esempio creare link solo a prodotti valutati con 4 stelle in su, o solo a prodotti il prezzo compreso in un certo range.

Vuoi un esempio? Eccoti un link alle macchine da caffè di Amazon, ma SOLO quelle con 4 o più stelle: http://amzn.to/2iqhDYg

8 – Promuovi le promozioni speciali

Gli sconti sono una calamita per le vendite. Il mio consiglio è di approfittarne il più possibile, creando contenuti ad hoc.

Ricordati di puntare molto sul periodo natalizio e sul Black Friday : in questi periodi non solo saranno disponibili degli sconti molto interessanti, ma le persone acquisteranno anche i regali per i loro cari.

sconti amazon

9 – Inserisci il tuo link di affiliazione Amazon più volte

Se lo scopo principale del tuo articolo è quello di guadagnare tramite i link di affiliazione, devi assolutamente inserire questo link più volte, in modo che il lettore abbia più possibilità di vederlo e di cliccarci sopra.

Puoi differenziare il tipo di link: magari la prima volta usa un link neutro, poi un pulsante, poi qualcosa di ancora più visibile, come un’immagine.

NOTA: una volta registrato al programma di affiliazione Amazon nella tua area utente avrai a disposizione degli strumenti sia per generare immagini con link che per generare pulsanti.

Ottenere davvero il massimo dall’affiliazione Amazon

Ok, a questo punto veniamo ad alcuni trucchetti che puoi mettere in pratica fin da subito una volta registrato al programma Amazon.

Per prima cosa vorrei consigliarti 2 semplicissimi modelli di articolo che funzionano bene per questo programma di affiliazione:

La “lista” di best seller

Ti ho già parlato dell’importanza della “riprova sociale” data dai testimonial: le persone tendono a fidarsi maggiormente di un prodotto che ha delle buone recensioni e una votazione alta (le stelline)…

…e ti ho anche già detto che i bestseller vendono bene perché hanno queste caratteristiche. E allora ecco un articolo perfetto per sfruttare nel miglior modo le caratteristiche dell’affiliazione Amazon: scegli un prodotto di nicchia e crea un’articolo con la lista dei prodotti più venduti.

La novità

Questa tipologia di articolo ha un taglio molto più “news-centrico”.

Su Amazon certi prodotti vengono messi in vendita molto prima di essere realmente disponibili sul mercato sotto forma di preordini, ossia di ordini che verranno spediti il giorno dell’uscita.

Quando senti che sta per essere lanciato un prodotto, puoi scrivere immediatamente un articolo per diffondere la notizia inserendo il link di affiliazione dei preordini, così da accapparrarti gli early adopter.

E ora, per completare il tuo arsenale da affiliato Amazon, eccoti una serie di plugin gratuiti che potrebbero tornarti molto utili in futuro, quando avrai preso dimestichezza con le affiliazioni Amazon…

Cos’è un plugin? 

Una volta creato il tuo blog utilizzando WordPress, potrai aggiungere a piacimento dei plugin, ossia dei programmi, delle applicazioni, delle estensioni che con pochi click permettono di estendere le funzionalità di WordPress.

 Eccoti i plugin più indicati per promuovere prodotti con l’affiliazione Amazon:

#1 Amazon product in a post

Questo plugin per WordPress ti permette di formattare a piacimento i prodotti di Amazon (con relativo link di affiliazione) e aggiungerli velocemente ai tuoi articoli.

Ti permette di:


#2 Amazon related product plugin

Il plugin permette di mostrare una lista di prodotti consigliati un base ad una parola chiave a tua scelta, il tutto tramite un semplice shortcode (un codice che potrai incollare nei tuoi articoli o dove ti pare).

Eccoti lo shortcode: [amazon-related-products keywords=“parola chiave”]

Ed ecco un esempio: [amazon-related-products keywords=“playstation”]

Link per il download: https://it.wordpress.org/plugins/related-products-for-amazon/


#3 Amazon link

Puoi utilizzare questo plugin per aggiungere velocemente i tuoi link affiliati nei tuoi articoli e nelle tue pagine. Si possono aggiungere aggiungere link di testo, immagini thumbnail, imagini a dimensione intera, e anche dei template più particolari.

Puoi creare / modificare tu contenuto testuale, oppure puoi fare in modo che si aggiorni in automatico prendendo le informazioni direttamente da Amazon.

Link per il download: https://it.wordpress.org/plugins/amazon-link/


guadagnare online con Amazon affiliate

Sei arrivato/a fin qui? Complimenti! Hai fatto un sacco di strada per iniziar a guadagnare online con il programma Amazon!

In questo articolo:

  • Hai capito cosa sono le affiliazioni e il motivo per cui Amazon è felice di pagarti quando riesci a portargli clienti
  • Hai scoperto i motivi per cui Il programma di affiliazione Amazon è perfetto per iniziare a fare soldi online (disponibilità di prodotti, strumenti, assenza di limiti di guadagno, fiducia nel marchio Amazon, acquisti multipli)
  • Hai imparato a creare la struttura per utilizzare i link di affiliazione: hai scoperto come si crea un blog e come si inseriscono i link
  • Hai capito che esiste un procedimento in 9 passaggi per avere un risultato praticamente garantito (inizia a guadagnare qualcosa… poi penserai a come aumentare i profitti)
  • … E infine, hai scoperto che esistono 2 modelli di articolo con i quali puoi iniziare a promuovere i prodotti di Amazon

Prima di salutarti, nel caso tu non l’abbia ancora fatto, ti invito a mettere un “mi piace” o un “+1” al mio articolo, il mio blog esiste anche grazie a questi piccoli gesti!

Un saluto, e buona fortuna!

– Alessandro

P.S. Ehi, mi raccomando, non arrenderti se non vedi risultati i primi giorni, ci vuole un po’ di tempo per riuscire a lanciare un progetto solido, ma una volta superati i primi ostacoli avrai fatto il passo più importante verso la vera lbertà

P.P.S. Se non l’hai ancora fatto, ricorda di scaricare il mio Start Kit e accedere così ai miei video in cui mostro tutti i passaggi (dalla creazione del sito, alla selezione di un programma di affiliazione, all’inserimento dei link).

Eccoti il link per il download ==> START KIT – EFFETTO FARFALLA

1K Condivisioni

Ti interesserà anche...

87 risposte

  1. Bravissimo Alessandro! Hai colto in pieno tutte le paure e le esitazioni di chi cerca disperatamente una soluzione. T i seguirò sempre da oggi in poi. Grazie.

  2. Ciao Alessandro. Complimenti per l’Articolo! Io sono responsabile di un agenzia di animazione e feste per bimbi. Vorrei aprire in questo sito una sezione Blog, scrivendo articoli per le feste, consigliando ai lettori prodotti e articoli per le feste. Che ne pensi?

    1. Certo, è possibile! Tuttavia ti consiglio di sfruttare la sessione blog anche per generare clienti verso il tuo core business.

  3. Ciao Alessandro!
    Molto interessante ciò che hai spiegato e ci sto pensando, ma avrei una domanda.
    Ho già la partita iva perchè ho un’attività.
    Potrei ugualmente provare a farlo come secondo lavoro?
    Eventualmente ci sono dei limiti e quali sono?
    Grazie.

  4. Ottima guida, una curiosità:se io stesso, col mio account di affiliazione Amazon effettuo un acquisto tramite un link da me generato, guadagno lo stesso la percentuale o no?

  5. Ciao Alessandro e complimenti per le ottime spiegazioni, una domanda, oltre ai plugin gratuiti che consigli per word press, esistono plugin gratuiti anche per blogger?

  6. Belllissimo articolo Alessandro. Però focalizzi molto lo step fare 4 articoli ben fatti per un blog ed arriva traffico organicamente (ed hai dimostrato che è vero), però rimane i fatto che economicamente hai avuto guadagni non dalle affiliazioni, ma dal corso “Blogging”. Ed è questa la skill che non è assolutamente scontata ed è difficile da ottenere. Volevo solo dire che non è che facendo 4 articoli arrivano le entrate, ma in realtà arrivano dal corso…Aiutami a chiarire questo dubbio, grazie

    1. I guadagni all’inizio (quando avevo 4 articoli) li ho avuti da affiliazioni e servizi, non da corsi. I corsi sono un pessimo modello di iniziare (serve molto tempo per crearli e sono più complessi da vendere). Accedi al kit e segui la part finale, lo spiego molto meglio.

  7. Grazie per i consigli, mi hai davvero aperto un mondo! Da qualche anno curo un blog che parla di montagna e siccome mi capita spesso di consigliare a chi mi legge guide o libri generici sull’argomento, non mi dispiacerebbe ricavarci qualcosa 🙂

  8. Ciao Alessandro,
    le affiliazioni non sono considerate prestazioni occasionali.
    Essendo considerata attività continuativa in quanto i link dei prodotti stanno tendenzialmente in un sito (e quindi aperto H 24).
    Mi sbaglio? Ho capito male? Non è così?
    E se guadagnassi 10 euro ogni mese, sarebbe considerata continuativa?
    GRAZIE!

  9. Cinzia Giacomelli ha detto:

    Interessante e molto chiaro … ci penserò seriamente !!!!

  10. Grazie per gli articoli sempre molto chiari e interessanti. Ho però un dubbio sul programma di affiliazione Amazon: ho attivato tutto e inserito i link negli articoli del mio blog. So che sono stati fatti degli acquisti seguendo quei link, ma non vedo compensi sulla pagina dei report di Amazon. Potrei aver sbagliato qualcosa? Oppure mi sfugge un passaggio per ottenere le percentuali di guadagno?

    1. I casi credo che possano essere 2:

      1. Non si è ancora aggiornata la pagina
      2. Hai fatto tu stessa degli acquisti (o li hai fatti fare a parenti ed amici) e questo mi sembra vada contro le regole di Amazon, e di conseguenza non vengono tracciate

  11. complimenti! mi hai davvero convinta, vorrei iniziare subito ma sono ancora in alto mare con la decisione sulla nicchia di mercato… se potessi aiutarmi anche in questo sarebbe veramente perfetto!

  12. Io avrei una domanda..perché dici che non serve la partita iva ma bisogna farla quando si inizierà a guadagnare parecchi soldi per più mesi consecutivi? A me tutto dicono che la partita iva per fare affiliazioni è obbligatoria a prescindere dal guadagno, ma va fatta perché è un’attività abituale e continuativa essendo presente su un blog 365 giorni l’anno..

    1. Il mio consiglio è di aprire la p.iva quando avrà senso aprirla, ossia quando inizi a guadagnare cifre sufficienti per un certo periodo. Nel frattempo per stare tranquillo 100% basta dichiarare i guadagni nella dichiarazione dei redditi, oppure, semplicemente, farti pagare non in € ma in buoni regalo Amazon.
      Se vuoi aprire p.iva a basso costo valuta questo servizio

  13. Ciao Alessandro. Grazie per il tupo articolo davvero utile e facile da leggere.
    Posso farti una domanda? Ho visto su alcuni siti che si aggiunge la nota dove si specifica che all´interno dell´articolo ci possono essere link di affiliazione e che quindi il blog potrebbe guadagnare da questi link. È obbligatorio metterlo? Io ho un sito che punta a diversi Paesi e affiliazione con Amazon di diversi Paesi, come devo regolarmi?
    Grazie per l´aiuto e buon lavoro!

  14. Spiegazione davvero dettagliata!complimenti Alessandro

  15. Ciao Alessandro, complimenti per l’articolo e per la tua attività. Ho delle domande che vorrei farti. Secondo te l’affiliate marketing è destinato a saturarsi in futuro viste le tante persone che vogliono fare quest’attività?
    Poi vorrei chiederti un’altra cosa: ho letto su una pagina di Amazon che è difficile essere accettati come affiliati di Amazon. Ci vuole un sito ben avviato. Io volevo provare con una pagina Facebook ma c’ è scritto che la pagina deve essere già ben avviata e deve contenere contenuti originali. Se cercassi di creare una pagina facebook o un blog che tratti ad esempio di abbigliamento, dove troverei i contenuti originali? Non li potrei prendere da siti internet, ad esempio di riviste famose, perché altrimenti Amazon se ne accorgerebbe giusto? Allora come dovrei fare?

    1. No, non può saturarsi, perché non è un “metodo”, ma uno strumento. Per essere accettato senza problemi la cosa migliore è creare un sito con una sezione blog, ti basteranno 2-3 articoli fatti bene… e quindi no, non copiati. Puoi prendere spunto, ma ci deve essere una tua rielaborazione. Scegli un mercato dove hai competenze o dove le puoi acquisire, così anche un contenuto derivato da altri avrà le sue particolarità. Una semplice copia (oltre a violare il copyright) non attrarrebbe nessuno. Per imparare a creare contenuti che — oltre ad interessare il pubblico — generino anche profitto, ti consiglio di accedere al mio start kit e seguirlo fino alla fine (è gratis).

      1. Mi sembra strano il fatto che tu pensi che il mercato dell’affiliate marketing non possa mai saturarsi in futuro. Non so quanti affiliati ci sono oggi in Italia ma so che c’ è gente che fino a poco tempo fa riusciva a fare anche 10 mila euro al mese con le affiliazioni. Mettiamo il caso che in futuro gli affiliati in Italia aumentino sempre di più e diventino un milione, poi diventino 2 milioni, d alla fine arrivino ad essere 10 milioni. Con tante persone che lavoreranno nell’affiliate marketing viene logico pensare che quelli che riusciranno a fare le cifre che ti ho detto sopra, oppure anche solo a vivere dignitosamente di questo lavoro, saranno sempre meno.

  16. Ciao Alessandro, voglio capire una cosa: è poi possibile ad esempio pubblicizzare l’articolo sul blog con Google ads? So che è vietato sponsorizzare i link di affiliazione in maniera diretta. Grazie!

  17. Ciao Alessandro. Ottima guida, grazie!
    Qualche domandina veloce
    1. Io non ho un blog ma un software gratuito online (con pagine protette da password) con circa 15.000 iscritti. E’ possibile per me inserire le varie pubblicità li dentro, dopo il login?
    2. Come metodo di accredito, esistono PayPal o carte credito prepagate?
    3. Ipotizziamo che una persona acceda con i miei parametri, metta la merce che ho consigliato in carrello e l’acquisti una settimana dopo. le commissioni sono dovute?
    Grazie!

    1. 1. I link li puoi inserire dove vuoi, perché tanto il tuo id affiliato resta presente
      2. Solo bonifico credo (verifica sito ufficiale)
      3. 24 ore

  18. Salve Alessandro, sei veramente bravo nella spiegazione, complimenti. Si vede che oltre un lavoro per te è una passione.

    Avrei 2 domande:
    – al momento ho una partita iva aperta, ho una piccola impresa di pulizie. Se dovessi provare questa strada (affiliate marketing) potrei un giorno modificare l’attuale partita iva e inserire all’interno anche questa nuova attività di marketing?

    – se in un blog promuovo tramite link la vendita di un telefono e un acquirente entrando dal mio blog acquista “non” il tel da me promosso ma un altro tel, ricevo comunque la percentuale pattuita?
    Spero di ricevere la tua attenzione.

    1. 1) Si potrai farlo (ma aspetta di vedere qualche guadagno “serio”)
      2) Si, ricevi la commissione per qualsiasi prodotto acquistato durante la sessione

  19. Buongiorno Alessandro.
    Ho letto il suo articolo interessantissimo.
    Ho un dubbio.
    Pensando positivamente…nel momento in cui una persona guadagnasse tanto da dover aprire partita IVA,una somma consistente e continuativamente,come dovrebbe comportarsi essendo già un lavoratore dipendente?
    Le sto facendo questa domanda,perché sto cercando idee per “arrotondare” e vorrei capire fino a dove ci si può spingere.
    Grazie mille

    1. Anche un lavoratore dipendente può aprire partita iva, e qui ti ho già risposto…
      …Ma se mi permetti ti aggiungo: solo che al posto che avere l’obiettivo di arrotondare, “pensando positivamente”, dovrebbe pensare di dare vita ad un business solido e durevole, in grado di rimpiazzare il lavoro dipendente. Non ti conosco, ma ecco dove dovresti spingerti!

  20. Sei stato davvero molto bravo. Hai scritto informazioni dettagliate che (a mio avviso) sono proprio da prima pagina. Complimenti!

  21. Marco Bonaventura ha detto:

    Ciao, una domanda da ignorante in materia quale sono. Ogni blog promuove delle cose da vendere. Se io volessi vendere più tipologie di cose e quindi volessi fare più blog, ogni blog deve avere il suo hosting e il suo dominio? O si possono fare diverse pagine con lo stesso blog?

    1. Utilizzando l’hosting che consiglio nella versione GrowBig (o GoGeek) hai la possibilità di creare più siti web sullo stesso hosting (lo spazio viene spartito).

  22. Ciao Alessandro, complimenti per l’articolo! Una domanda, ho letto che bisogna inserire una scritta che chiarisce il fatto che si percepisce una commissione dall’affiliazione. In quale parte del sito andrebbe inserita? Sotto ogni articolo o in una pagina in particolare? Perchè guardando in alcuni blog che fanno articoli non ho visto questa indicazione, tuttavia immagino siano stati accettati dal programma dato che hanno tanto volume di traffico.
    Io ho provato ad inserire prodotti in affiliazione in uno dei miei articoli ma dopo 3 vendite mi hanno rifiutato l’affiliazione al programma 🙁 Grazie

    1. Potresti inserirla nella pagina “termini e condizioni”, oppure ad esempio nel footer. In ogni caso non è obbligatorio. Se fai delle vendite non possono rifiutarti, ma al limite tagliarti fuori dopo, ma solo per violazioni (ad esempio tentando ripetutamente di fare acquisti tramite il tuo link per auto-scontarti la roba)… altrimenti ci deve essere stato un errore, contatta il supporto affiliati e risolveranno.

      1. Grazie mille, allora lo inerisco nei termini e condizioni e contatto il supporto perchè non ho mai cliccato sui miei link quindi forse c’è stato un errore. Grazie!

  23. Salve.. Vorrei sapere se è obbligatorio avere un blog o è sufficente una pagina facebook!
    Grazie

  24. Ciao Alessandro, grazie è chiaro e interessante, però come faccio io ad avere il controllo delle mie vendite, questo per sapere quanto ho guadagnato.

    1. Una volta iscritta avrai accesso alla tua area personale su Amazon con tutti i dati (click, vendite, percentuale di conversione ecc.)

  25. Ciao Alessandro,ma per ricevere i pagamenti bisogna avere un conto bancario o postale, o possono essere fatti anche su carte prepagate con circuito Visa o Mastercard?
    Ti ringrazio.

    1. Devi avere un conto per ricevere il bonifico, oppure puoi trasformare i guadagni in buoni Amazon (con cui su Amazon puoi comprare tutto quello che ti pare).

  26. Salve,
    vorrei lanciarmi nella creazione di un sito in cui promuovere dei prodotti e aderire ai programmi di affiliazione. La mia domanda è da inesperta: un sito può aderire a più programmi di affiliazione o per esempio, se aderisco a quello di Amazon, posso collegarlo solo al suo di programma?
    Se è possibile aderire a più programmi, come si gestiscono i contenuti? Ogni articolo deve riferirsi a un’affiliazione specifica o può contenere link o banner di più affiliazioni? Grazie

    1. Si, è possibile, e hai la totale libertà di promuovere tutto quello che vuoi nello stesso articolo (anche da programmi diversi).

  27. Grazie dell’articolo, ho imparato un sacco di cose, ma ho ancora un dubbio. Posso usare altre immagini al posto di quelle di Amazon? Mi spiego, voglio creare una bacheca Pinterest a tema smalti. Invece di usare la classica immagine della boccetta che amazon mi dà, posso usare una foto da google immagini dove si vede lo smalto addosso sulle unghie? Rischio di avere problemi con il copyright?

    1. Se la prendi da Google ed è protetta da copyright “a livello teorico” potresti avere problemi (non certo fino a quando acquisirai una certa visibilità). In ogni caso tieni conto che esistono tutta una serie di siti con immagini senza copyright, basta andare su Google e cercare “immagini gratuite”.

  28. il programma di affiliazione è specifico per ogni paese? Mi spiego: posso linkare in affiliazione un prodotto che trovo su amazon.com e uno su amazon.it , oppure solo da un preciso marketplace?

    1. Puoi farlo, ma ti consiglio di usare sempre la versione localizzata in base alla lingua del sito: se metti il link di un prodotto sulla versione .com per un pubblico italiano non te lo comprerà nessuno.

  29. Buongiorno Alessandro….sarei interessata…unica cosa che non ho ben chiara…io sono in cassa integrazione…nel caso inizio avrò dei problemi col mio lavoro? O posso farlo tranquillamente? Grazie

    1. Fino a quando non apri la partita iva no, e prima di aprirla puoi aspettare. Io consiglio di farlo solo quando avrai guadagni seri e continuativi… e a quel punto ci penserai.

  30. Buona sera è possibile cerare una pagina con prodotti alimentari es.carne?

  31. Salve Alessandro, volevo domandarti nel caso un blog abbia più autori con l’account di affiliato, possono inserire i links o solamente il proprietario? Non ho trovato tra le faq qualcosa che lo precisasse

    1. Potrai inserire tutti i link che vuoi e ogni link sarà indipendente (ogni link funzionerà correttamente per l’autore al quale sarà associato)

  32. ciao Alessandro, consiglieresti un tema worpress di affiliate mkt particolare, oltre che i plugin che hai consigliato?

    una domanda riguardante l’aspetto fiscale, mi pare sia chiaro, che nella fase di avvio dell’attività, finchè non ci sono utili, non sia necessario scegliere un regime contributivo, ho però letto in altri post sul tema, che si possano usare formule di “prestazione occasionale” classiche fino i 5000€, ti risulta?

    complimenti per l’articolo

    1. Qualsiasi tema va bene, perché non basta creare una “vetrina”, quello che conta è il contenuto. Un buon articolo porterà sempre più risultati di (ad esempio) layout e tabelle particolari.

      Si esatto, fino a quando avrai guadagni “seri” e continuativi non impazzire con p.iva ecc.

  33. E niente, per ora ti dico solo bravo 😉

  34. Gracias por tu artículo Alessandro. Soy de España, y aunque no hablo muy bien italiano he usado un traductor para entender casi todo tu artículo :p

    Te he encontrado buscado “amazon afiliados” en italiano y resulta que estás el primero.

    Parece que haces un gran trabajo, voy a espiarte a ver qué puedo aprender de ti 🙂

    Un saludo y gracias,

  35. Ciao Alessandro, grazie per le istruzioni dettagliate. Una cosa non mi è chiara: se la migliore modalità per ricavare guadagni è l’affiliazione con Amazon, perché sul blog di successo, non trovo questi link che dal testo rimandano ai prodotti in vendita?
    Molte grazie.

    1. Ciao Sonia, attenzione: l’affiliazione Amazon non è la modalità “migliore” per ricavare guadagni con l’affiliazione, ma il metodo più rapido/semplice per iniziare a guadagnare qualcosa (vista la vasta gamma di prodotti, il brand Amazon che facilita la vendita ecc.).

      L’affiliazione migliore, paradossalmente, è l’affiliazione che non propone nessun altro, che rende la tua offerta unica. Vuoi fare il massimo? Contatta un’azienda correlata alla tua nicchia (che NON ha un programma di affiliazione) e proponiti promotrice dei loro prodotti chiedendo una commissione sulle vendite, mettendo tutto a contratto e definendo i termini e i metodi di tracciamento delle vendite in modo super-accurato.

      Come puoi notare quest’ultima soluzione presuppone uno sforzo completamente diverso rispetto ad iscriversi al programma Amazon e ottenere dopo pochi minuti un link affiliato con dati cert, tracciabili e con pagamenti mensili tempestivi.

  36. Ciao Alessandro, ho seguito le tue istruzioni per fare l’affiliazione con Amazon, ma c’è una cosa che non mi e’ chiara. Amazon mi ha inviato una mail dicendo che dopo aver realizzato tre vendite idonee analizzerà il mio sito per verificare che questo sia conforme con l’accordo operativo (ho letto anche quello). La mia domanda e’: le tre vendite devono essere separate o possono essere anche una sola vendita di tre o piu’ prodotti? E da queste vendite riceverò già le commissioni oppure arriveranno solo con gli acquisti seguenti?
    Grazie mille per le informazioni!

  37. Buon giorno, complimenti per il suo sito, per gentilezza le vorrei chiedere se è necessaria una Partita Iva per lavorare commerciando prodotti Amazon, o se esiste un limite agevolato fino ad un massimo (ad esempio) di € 5000 annuo senza P.IVA ?

    Grazie.

    Distinti Saluti!

    1. Ciao Andrea, non hai l’obbligo di P.IVA per aprire un blog e lavorare con le affiliazioni. A quella penserai quando avrai un guadagno SERIO e soprattutto CONTINUATIVO (ES. 2000€ al mese per 5-6 mesi). In ogni caso fidati: inizia a pensare al tuo progetto e pensa alle tasse quando inizierai a fare soldi, che tanto fino a quando guadagnerai non dovrai preoccupartene, e quando guadagnerai seriamente sarai — per modo di dire — felice di potertene preoccupare. Prima soldi stabili… poi consulenza con commercialista (la prima gratuita la offrono in parecchi).

  38. Buongiorno, Amazon permette di convertire i propri guadagni in buoni amazon da spendere sul loro sito. In quel caso bisogna dichiararli? Serve la p.iva?

    1. La p.iva non serve all’inizio. Ti servirà solo se arriverai ad avere guadagni (seri…) e CONTINUATIVI. Se ad esempio questa mese guadagni per caso 1000€, non dovrai aprirla. Se invece inizi a guadagnare in modo continuativo per più mesi, allora si (ma non sarà un problema a quel punto, no?).

      In ogni caso si, puoi convertire in buoni o in credito diretto sul tuo account (una delle due opzioni, ora non ricordo).

      1. Ciao, scusa ma ho letto un infinità di articoli che dicono il contrario.
        L’affiliazione è già considerato un lavoro continuativo, anche se il tuo guadagno è 0.
        Non lo ritengo giusto, per carità, ma la legge italiana dice questo.
        Se tu fai affiliazione e non fai partita iva, rischi di beccarti una denuncia.
        Cosa diversa è se non ti fanno un controllo.

        Ovviamente se tu hai considerazioni ben diverse, a me fa più che piacere.
        Spero di non disturbare.

        1. In teoria è così, in pratica no. Io ti parlo di vita reale: nessun blogger che conosco ha aperto p.iva prima di inserire un link di affiliazione.

          In ogni caso non è la mia specializzazione, quindi se vuoi parlare di leggi decreti ecc. non sono la persona giusta a cui chiedere.

          1. Ok, capisco cosa intendi, io sono completamente ignorante e stavo studiando cosa fare.
            Ho anche sottomano l’acquisto di un sito già avviato con ricavo medio di circa 700-800 euro all’anno, e stavo valutando se fare il passo oppure no.
            Oltre a un mio nuovo blog che sto provando a portare avanti da solo.
            Ho dei progetti in testa.

            Grazie per l’ottimo articolo.

  39. Ciao Alessandro e complimenti per il tuo blog e per tutti gli strumenti che metti a disposizione di noi principianti.
    Ho sentito parlare del network di affiliazione Worldfilia, vorrei sapere se è affidabile e soprattutto se conviene iscriversi. Tu lo conosci? Puoi darmi qualche parere a riguardo?

    1. Ciao Sonia e grazie! Non conosco il network, ma ho dato un’occhiata e sembra affidabile. Per qualsiasi dubbio contatta il loro supporto (ho visto che sono disponibili 24/7) e dai un’occhiata alle recensioni 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Crea qualcosa di tuo, vivi diversamente, vivi come vuoi

Ti basta vendere la soluzione a un problema

1K Condivisioni
Share
Share
Tweet