16 Esempi di Lead Magnet Per Catturare i Tuoi Visitatori Offrendo “Valore”

lead magnet
82 Condivisioni

Dopo qualche mese dalla sua nascita il mio blog subì un cambiamento straordinario, che in pratica raddoppiò i profitti generati dai miei contenuti.

Non sto parlando di un cambiamento estetico, ma di un “valore aggiunto” che ne aumentò esponenzialmente l’efficacia: l’inserimento del mio primo Lead Magnet (o “Bribe”).

Infatti da quel giorno non solo ho iniziato a “popolare” la mia mailing, ma anche a vendere in modo molto più efficace i miei prodotti e i miei servizi.

Ma che cos’è un lead magnet?

Un lead Magnet è qualcosa di “irresistibile” da offrire gratuitamente ai tuoi visitatori in cambio delle loro informazioni di contatto (tipicamente il loro indirizzo email).

L’obiettivo di un lead magnet è fare Lead Generation, ossia fare una selezione delle persone potenzialmente più interessate a quello che abbiamo da dire (e, di conseguenza, da vendere) ed “inserirle” nelle nostre SPECIFICHE mailing list.

In questo modo potremo raggiungerle direttamente, tramite email, e proporre nuovi contenuti e offerte commerciali.

(Niente paura… ora ti spiegherò tutto con l’ausilio di alcuni esempi).

In questo articolo vorrei:

  • Spiegarti meglio cos’è un lead magnet e perché grazie ad esso il tuo business può fare il primo vero salto di qualità
  • Spiegarti chi è Giulia e perché è così importante per te
  • Guidarti nella costruzione del tuo lead magnet
  • Mostrarti 16 modelli di lead magnet che potrai utilizzare liberamente (nota che si adattano a qualsiasi settore).

Lead Magnet: La soluzione “IRRESISTIBILE” per la Lead Generation

Fino ad ora ti ho accennato che lo scopo di un lead magnet è ottenere gli indirizzi Email con un’offerta irresistibile.

Benissimo, prima di mostrarti esattamente che cos’è un Lead Magnet vorrei mostrarti cosa NON è un Lead Magnet.

Guarda questa immagine:

lead magnet - newsletter

Questo NON è un lead magnet.

Non c’è niente di “magnetico”, sei d’accordo?

Chi usa una tecnica simile non ha compreso le potenzialità dell’Email Marketing, e crede che le newsletter un’opzione.

E sai perché ne sono sicuro? Perché è impossibile ottenere buoni risultati con un box di questo tipo.

Eccoti invece un esempio decisamente migliore di Lead Magnet:

lead magnet - lead generation

Non pensare alla differenza a livello grafico. Certo, l’immagine cattura l’occhio, ma non è certo questa la cosa più importante, perché una persona interessata non ha bisogno di essere “banalmente catturata” con la grafica.

Ecco la vera differenza:

Questo lead magnet offre un chiaro e immediato vantaggio al visitatore.

Una persona interessata inserirà il suo indirizzo email. Una persona non interessata non lo farà.

Il punto è che la lead generation punta alla qualità, non alla quantità! È inutile popolare le nostre mailing list con persone non interessate a quello che abbiamo da offrire.

Infatti ricorda: un lead magnet ha senso se (e solo se) è in grado di risolvere un piccolo problema, che è solo una parte di un problema più ampio… problema più ampio che verrà risolto dalla tua OFFERTA PRINCIPALE

ESEMPIO:

Sei un persona trainer? Il tuo lead magnet può essere un breve eBook digitale con una lista di esercizi per gli addominali. Il problema principale (es. tornare in forma) sarà risolto dalla tua offerta (es. consulenza fitness | allenamento + dieta).

Sei un esperto di Facebook advertising? Il tuo lead magnet può essere una raccolta di immagini da usare per le inserzioni su Facebook. Il problema principale (es. impostare una campagna pubblicitaria su Facebook) sarà risolto dalla tua offerta (es. servizio creazione campagne)

Insomma:

Problema principale ==> Offerta principale

Problema “più piccolo” ==> Lead Magnet (soluzione specifica, rapida)

Ne consegue che lead magnet non deve essere qualcosa di “lungo” o qualcosa di complesso (evita gli eBook da 100 pagine) o diventerebbe meno efficace: devi porre una (rapida) specifica soluzione a un problema specifico per una specifica nicchia di mercato.

Riepilogando, lead magnet deve avere 4 fondamentali caratteristiche:

  1. Deve essere gratuito
  2. Deve essere “estratto” alla tua offerta principale
  3. Deve essere specifico: soluzione specifica  a un problema specifico
  4. Deve essere consumabile/applicabile in poco tempo

Parliamoci chiaramente:

Basta mezzora per creare un lead magnet e basta che faccia risparmiare 5 minuti di lavoro al tuo visitatore per risultare attraente.

led magnet blogger

Ora però vorrei approfondire il discorso “lead magnet = specificità”, e per farlo utilizzerò un altro esempio.

Sto per parlarti di Giulia, il tuo ipotetico “cliente ideale”.

Giulia decide di visitare un food blog alla ricerca di una ricetta particolare per cucinare il salmone… e la trova! Trova la ricetta del “Salmone alla Pedrazzoli”.

Prima considerazione: se è arrivata su un articolo di questo tipo, molto probabilmente a Giulia piace il salmone (e le piace cucinare).

Ragionando su questi dati, il lead magnet di questo articolo potrebbe essere un breve report in PDF da scaricare intitolato “10 metodi per cucinare il salmone che ancora non conoscevi”.

Abbiamo detto che, tenendo conto che Giulia si trova su quell’articolo probabilmente ama il salmone e non le dispiace cucinare.

Quindi, molto probabilmente, se le verrà offerto un piccolo report gratuito di suo interesse (come questo ipotetico report sul salmone) ne sarà attratta e lo scaricherà.

Problema ==> Soluzione (specifica, rapida)

Il lead magnet avrà funzionato, il food blogger otterrà l’indirizzo email di Giulia e inizierà la sua serie di email per proporle la sua offerta commerciale (es. corso di cucina, prenotazione ristorante, ecc.).

Non sei un food blogger? Questo era solo un esempio. Anche per te c’è una Giulia…

Come Creare Un Lead Magnet Efficace: Procedimento

Eccoti un’altra regola fondamentale:

Il tuo Lead Magnet non deve essere irresistibile per “tutti”, ma solo per quelli che potrebbero essere i tuoi “clienti ideali”

(Giulia era un esempio di cliente ideale).

Non è possibile “attrarre” tutti, e se cerchi di attrarre tutti non sarai in grado di attrarre proprio nessuno (e tra un attimo capirai quello che intendo).

Ad ogni modo, fortunatamente, l’online ti offre la possibilità di pre-selezionare i tuoi visitatori:

  • Se arrivano dal traffico organico (SEO) stanno cercando parole specifiche correlate all’argomento principale del tuo sito (o del tuo articolo)
  • Se arrivano dai social network sono attratti dal tuo “titolo”, dal tuo tweet… quindi in ogni caso dall’argomento di cui stai parlando
  • Se arrivano dalla pubblicità a pagamento dovresti aver selezionato accuratamente gli interessi del target

Questi 3 punti sono un ottima notizia, perché chi vede i tuoi contenuti molto probabilmente sarà anche interessato all’approfondimento di questi contenuti…

… e il Lead Magnet serve proprio a questo! Un Lead Magnet offre un approfondimento “irresistibile”, qualcosa che potresti addirittura vendere ma che ti accontenti di regalare a chi in cambio è disposto a cedere il suo indirizzo email.

Quindi, perché lead marketing? Perché prima devi offrire qualcosa di gratuito e solo dopo aver creato una relazione penserai a vendere.

Per questo motivo il mio consiglio è di rendere il tuo lead magnet “super-specifico”: se hai un sito web che parla di un solo argomento (specifico) basta un unico Lead Magnet, ma, se hai articoli “generalisti”, dovresti pensare di crearne uno specifico per ogni categoria di argomento.

lead marketing

Ora ti farò un esempio (estremo).

Non rappresenta una casistica reale, perché non potrebbe mai esistere una nicchia di mercato profittevole così ristretta…

…ma visto che l’obiettivo dell’esempio è farti comprendere cosa intendo per “specificità nel lead magnet”, sorvoliamo. Ok?

Ripensa per un attimo al food blogger che offre il lead magnet sul salmone.

Se nel suo blog parlasse di pesce di fiume, pesce di lago e pesce di mare, potrebbe offrire 3 lead magnets diversi a seconda dal target.

Avrebbe senso, e fin qui non ci piove ok? Però… Se sei stato attento/a potresti aver notato una cosa…

Specificità.

Offrire un lead magnet sulle ricette sul pesce di fiume è più vago che offrire un lead magnet sul salmone. Ricordi Giulia? Giulia ama il salmone, ma potrebbe essere l’unico pesce che mangia! Scaricherebbe il lead magnet sul salmone, ma potrebbe non essere attratta dal report sul pesce di fiume.

Più il tuo lead magnet sarà specifico, e più sarà efficace.

…ma ripeto, questo è un esempio estremo! Se però pensi ad altri segmenti di mercato (es. finanza personale) tutto diventa più sensato: una persona interessata agli investimenti in borsa non è detto che sia interessata agli investimenti sugli immobili.

Se tratti 2 macro-argomenti differenti — che si rivolgono a persone con problemi diversi e offrono prodotti/servizi diversi — devi creare 2 differenti lead magnet (e 2 differenti funnel).

Come si crea la struttura per proporre un Lead Magnet Efficace?

Il procedimento di creazione che ti consiglio è il seguente:

Come si crea un Lead Magnet efficace?

  1. Scopri il problema

    Scopri uno dei problemi del tuo target collegato al tuo prodotto / servizio principale (quello che già offri nel tuo sito web o nel tuo blog)

  2. Fai una promessa

    Devi offrire un contenuto che promette di risolvere una specifica soluzione al problema

  3. Argomenta la soluzione

    Perché questo contenuto risolve il problema? Puoi scrivere un paio di righe oppure usare una lista puntata

  4. Usa una call ti action chiara

    Richiedi un azione specifica al consumatore (chiedere è importante! Approfondisci qui: Call to Action Optimization)

lead magnet efficace

Chi visita il tuo sito ha un problema che sta cercando di risolvere. Solo individuando questo problema potrai creare un headline (titolo) che contiene una promessamotivata (rafforzata). A questo punto puoi richiedere l’azione al tuo visitatore (call to action).

Ok, a questo punto se sei stato attento potresti già aver creato mentalmente le basi de tuo lead magnet. Segnatele da qualche parte!

E ora scendiamo un po’ più in profondità.

Eccoti anche 5 consigli per rendere il tuo Lead Magnet Efficace e “irresistibile” per la tua nicchia (e per fare in modo che chi decide di compiere l’azione non se ne penta:

  1. Il Lead Magnet deve essere gratuito: l’ho già detto? Preferisco ripetertelo. Come ti dicevo è uno strumento di Lead Marketing (serve per fare Lead Generation): non devi guadagnare direttamente da questo strumento, ci penserai in futuro creando una relazione grazie all’Email Marketing
  2. Il Lead Magnet deve offrire valore: devi offrire qualcosa che potresti anche vendere. Devi dare qualcosa di realmente utile per le persone interessate agli argomenti che tratti
  3. Non mentire: non basta ottenere l’email, l’Email Marketing si basa sulla relazione. Per iniziare bene una relazione con i tuoi visitatori devi mantenere la tua promessa. Hai promesso di risolvere un problema o di dare una gratificazione? La persona che consuma il tuo Lead Magnet deve sentire la promessa rispettata.
  4. Offri qualcosa che si trova difficilmente: non offrire contenuti che si possono reperire troppo facilmente sul web, ma qualcosa di raro o di ben curato ed elaborato
  5. Crea una Squeeze Page: la Squeeze Page è una Landing Page appositamente creata per fare Lead Generation (ed è decisamente il miglior strumento per offrire il tuo Lead Magnet).

Sei ancora corto di idee per la creazione del tuo lead magnet? Tranquillo, ci ho pensato io: ho preparato per te ben 16 tipologie di lead magnet! Sicuramente troverai quella che si adatta al tuo settore.

16 Idee per Creare un Lead Magnet Adatto a Qualsiasi Settore

Eccoti 16 idee per creare subito un lead magnet da aggiungere al tuo sito web o al tuo blog per passare “al livello successivo”.

1- Corso tramite email: puoi pensare di creare un vero e proprio corso via email su un particolare argomento. Nulla di più semplice per ottenere un’indirizzo email no? All’interno dei tuoi messaggi ci sarà contenuto (il tuo corso) più “business” (il tuo prodotto a pagamento)

2 – Report Gratuito / eBook: uno dei lead magnet che utilizzo maggiormente nel mio blog. Molte persone preferiscono scaricare un PDF sul proprio PC (o sul proprio smartphone) piuttosto che leggere degli articoli: in questo modo avranno il contenuto che li interessa sempre a portata di mano

3 – Lista di risorse: strumenti per fare “qualcosa”. Molto spesso si tratta di link, ad esempio “I 10 migliori programmi online per creare un video”

4 – Serie di video: il concetto è molto simile a quello del corso tramite email: i tuoi video saranno un vero e proprio mini-corso per fare qualcosa (puoi usare anche un unico video)

5 – Capitolo di un corso a pagamento: vuoi vendere un corso? Vuoi vendere un libro da 500 pagine? Una buona idea potrebbe essere quella di renderne scaricabile gratuitamente una parte, ad esempio le prime 20-50 pagine, in modo da dare un’assaggio al tuo visitatore (e poi persuaderlo tramite il direct email marketing ad acquistarlo)

5 – Mappe mentali: simili ai report ma ancora più immediate. Puoi offrire una mappa mentale per portare a termine un compito specifico che richiede una serie di azioni (hanno un efficacia maggiore se le azioni da compiere sono tante e di valore simile)

6 – “Swipe file”: i cosiddetti swipe file sono dei template “da compilare” per raggiungere un risultato personalizzato. Un esempio? Un template per scrivere una lettera d’amore

7 – Risultato di un Quiz: crea un quiz in modo da rendere partecipe il tuo visitatore, ma poi rendi disponibile il risultato solo a chi si iscrive alla tua mailing list

8 – Software (periodo di prova): quante volte ti è capitato che ti venisse offerto un periodo di prova sull’utilizzo di un software? Adesso ne conosci il motivo.. quello era un lead magnet! Sei uno sviluppatore? Fallo anche tu!

9 – Template/Plugin: rendi disponibile un tuo template o un tuo plugin come lead magnet per poi proporre i tuoi prodotti migliori

10 – Webinar gratuito: lancia un webinar gratuito a intervalli regolari ai quali è possibile iscriversi solo attraverso l’inserimento di un indirizzo email

11 – Gruppo Facebook privato: come lead magnet puoi decidere di creare un gruppo FB su un argomento specifico nel quale dispensi consigli professionali. Saranno ammessi solo gli iscritti alla tua mailing list

12 – Campioni gratuiti / Gadget: se vendi un prodotto fisico, può essere una buona idea anche mettere a disposizione un gadget/campione a chi si iscrive al tuo sito (ad esempio al tuo e-commerce) e di conseguenza entra nella tua mailing list

13 – Sconti/spedizione gratuita: nella vendita di prodotti fisici può essere molto efficace utilizzare come lead magnet la semplice offerta di un coupon per ottenere uno sconto o la spedizione gratis

14 – Biglietti gratuiti per un evento: utile soprattuto in ambito “locale”. Potresti pensare di offrire dei biglietti gratuiti a un evento “civetta” per poi promuovere i tuoi eventi futuri

15 – Catalogo prodotti: incredibilmente… funziona. Sono tantissime le aziende che rendono disponibile il loro catalogo come lead magnet (consigliato solo per aziende con un buon range di prodotti)

A questo punto non puoi non avere un’idea per la creazione del tuo primo lead magnet. Se hai un blog e vuoi promuovere un prodotto o un servizio, se vendi software, se vendi prodotti fisici… tutti questi casi sono coperti dai miei 16 esempi.

Quindi… non aspettare!

L’aggiunta di una strategia di acquisizione dei lead per la vendita dei tuoi prodotti cambierà radicalmente l’efficacia del tuo business online.

A presto e buon lavoro,
 – Alessandro

P.S. Il lead magnet è collegato alla tua offerta. Ma anche ogni contenuto che crei deve essere dedotto dalla tua offerta… e dal tuo brand… e dal pubblico di riferimento!

I contenuti possono “vendere senza vendere”, installando le convinzioni necessarie per influenzare l’acquisto senza l’utilizzo di marketing aggressivo. Se vuoi approfondire questo discorso, ti consiglio di accedere al mio seminario online avanzato (è gratis).

82 Condivisioni

Ti interesserà anche...

9 risposte

  1. Ciao Alessandro,
    Io ho aperto da poco un sito in cui offro servizi di creazione siti, blog e piani editoriali per freelance e professioniste che vogliono avviare o portare online la propria attività. Che tipo di lead magnet mi consiglieresti?

  2. Ale, ma il lead magnet è meglio inviarlo per email o inviarlo subito con la pagina thank you?

    Ps. Un altro articolo super! Grazie!

    1. Ciao Stefy, non c’è una regola generale, dipende molto dal caso specifico. La thank you migliora le visualizzazioni, mentre l’invio tramite email migliora le statistiche di apertura. Se il lead magnet è esso stesso contenuto che fa parte della strategia di vendita, allora meglio che venga visto subito. In ogni caso si tratta di dettagli.

      1. Quindi visto che per me sarà più Importante che i lettori leggano le email, mi consigli di inviarlo solo via email?

  3. Ciao Alessandro,
    ti chiedo scusa in anticipo per questa domanda forse sciocca. Quando dici che il lead magnet è collegato all’offerta vuoi dire che deve essere sempre un “capitolo” diciamo? Ad esempio il 10% di un corso?

    1. Si può fare ma non è necessario. Con “collegato” non intendo per forza di cose “una parte di” o “derivato da”, ma piuttosto “correlato con”. L’offerta risolve il problema “A”? Ecco, il lead magnet risolve uno degli step del problema “A”… o comunque un problema più piccolo che chi ha il problema “A” deve sicuramente comunque fronteggiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Crea qualcosa di tuo, vivi diversamente, vivi come vuoi

Ti basta vendere la soluzione a un problema

82 Condivisioni
Share
Share
Tweet